Ferdinando Pagani nasce a Milano. Frequenta sin da giovane lo studio di un amico di famiglia pittore. Dal 1961 segue il corso serale di disegno della “Scuola Superiore d’Arte” nel Castello Sforzesco di Milano.

Dal 1967 al 1995 č l’illustratore del “Notiziario”, bimensile della Banca Commerciale Italiana presso cui lavora.

Dalla prima metā degli anni ’90 riprende lo studio di materie artistiche frequentando la “Scuola Libera Serale di Nudo” presso l’Accademia di Belle Arti di Milano, detta anche “Accademia di Brera”, ed i corsi di incisione del prof Fraternali presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino.

Andato in pensione si diploma in Pittura nel 2003, presso l’Accademia di Brera.
Presidente, oltre che docente di acquarello, del Centro Artecultura Bustese (CAB), cura nel 2003, per i XXV anni di attivitā del Centro, un’importante mostra con relativo catalogo presso Palazzo Marliani-Cicogna di Busto Arsizio.
Nel Febbraio 2005, su invito dell’Assessorato alla cultura di Busto Arsizio, tiene pesso Palazzo Marliani-Cicogna una conferenza - “L’eterno principiante”, un’artista si racconta - integrata  da videoproiezioni delle sue opere.
Sempre su invito del sopraccitato Assessorato tiene un work-shop sulla tecnica dell’acquerello, in occasione della manifestazione “Cittā in piazza” presso Malpensafiere,.
Membro della Associazione Liberi Artisti della Provincia di Varese continua a svolgere la propria attivitā di pittore presso il proprio studio a Busto Arsizio, cittā in cui č apprezzato e sostenuto anche dalle istituzioni locali.